blog acquari – consigli utili per l'allestimento dei migliori biotipi.

LA MALATTIA DEI PUNTI BIANCHI

LA MALATTIA DEI PUNTI BIANCHI

L’agente responsabile di questa malattia è un protozoo (Ichthyophthirius multifiliis), il cui ciclo vitale comprende una fase parassita, visibile a occhio nudo nello spessore della cute del pesce colpito, e una fase “libera” nell’ambiente esterno, durante la quale le forme infettanti (tomiti), che rimangono vitali per tre giorni, si muovono attivamente alla ricerca di un ospite.

I pesci che sopravvivono a questo tipo di infezione sembrano sviluppare l’immunità nei confronti della malattia, che si evidenzia esteriormente con la formazione dei tipici punti bianchi.

Cryptocaryon irritans è un protozoo molto simile al precedente, ma interessa solo i pesci d’acqua marina.

I soggetti parassitati presentano colori più scuri o più chiari del normale, spesso rifiutano il cibo e tendono a nascondersi in un angolo della vasca.

Le pinne vengono mantenute aderenti al corpo e il nuoto appare “dondolante”. Possono inoltre manifestarsi alterazioni localizzate della cute, quali depigmentazioni, opacizzazioni, erosioni, ulcere ecc.

Commenti su: "LA MALATTIA DEI PUNTI BIANCHI" (1)

  1. Brutta malattia…ne abbiamo avuti di pesci appena acquistati con questo problema..ma tu sei riuscito a curarli!!!bravo!;-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...